LEGGEWEB n.5 – Il corpo Immobile: Tensione e Tanatosi

 

Il corpo Immobile: Tensione e Tanatosi

 

Come abbiamo già avuto modo di dire negli articoli precedenti, un corpo che si muove è un corpo che parla, che ci fornisce preziose informazioni aldilà delle semplici parole; anche il “silenzio” del corpo, in realtà, è una forma di comunicazione.

Un buon osservatore, come un bravo giurista, dovrebbe saper riconoscere quando un’eccessiva rigidità di una o più parti del corpo corrisponde a un campanello d’allarme, così da capire meglio chi gli sta di fronte.

In una situazione particolare, come può essere quella dell’istruttoria dibattimentale, è importante capire quali possano essere i gesti considerati naturali, in accordo con la personalità e la capacità espressiva del singolo individuo, sia esso teste, avvocato, giudice o PM.

Quando il corpo, o parte di esso, smette di muoversi si assiste ad un fenomeno chiamato tanatosi, un comportamento derivante dal meccanismo attacco-fuga che viene usato da piante, animali e uomini per cacciare o non essere predati; infatti, restando fermi si tenta di non segnalare la propria presenza e di passare inosservati.

La tensione, com’è noto, provoca un irrigidimento fisico generale; nell’uomo questa rigidità si manifesta specialmente negli arti e nella zona del collo.

L’irrigidimento dei muscoli può essere più o meno controllato da persone che sono abituate a gestire situazioni di stress (come ad esempio la paura). È vero, però, che anche i più esperti, se in difficoltà, potrebbero abbassare la guardia e, se non bloccare, perlomeno rallentare il naturale ritmo dei movimenti.

È utile notare che questo accade in corrispondenza di un particolare argomento o di una persona con cui avviene l’interazione, e proprio su questo fattore si dovrebbe concentrare la nostra attenzione per un’analisi ulteriore del comportamento della persona che si sta osservando.

 

Dott. Francesco Di Fant, esperto di C.N.V.

 

http://www.leggeweb.it/psyche-et-ius/il-corpo-immobile-tensione-e-tanatosi-2376.html

 

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: