La CNV a Teatro: “Boomerang”

 

La CNV a Teatro: “Boomerang” (regia A. Longoni 16-05-2017)

Con questo articolo si inaugura un nuovo filone denominato “La CNV a Teatro”. L’intento è quello di portare a teatro una disciplina come la Comunicazione Non Verbale, osservando gli attori teatrali nelle loro performance dal vivo, gomito a gomito con altri attori e “faccia a faccia” col pubblico.
Al di là di una critica relativa allo spettacolo teatrale (che lascio fare ai critici teatrali che sicuramente ne sanno più di me), il focus di questi articoli sarà l’osservazione e il commento del Linguaggio del Corpo degli attori – principali e non – che quotidianamente e con grande impegno danno prodigiosamente vita alle rappresentazioni sui palchi per incantare e far vivere la magia del teatro al loro pubblico.

Il primo spettacolo è “Boomerang” (Sala Umberto, 16-28 maggio 2017 – Roma), una divertente e e irriverente black comedy a tinte gialle, scritta e diretta da Angelo Longoni, con (in ordine alfabetico) Giorgio Borghetti, Simone Colombari, Eleonora Ivone e Amanda Sandrelli.

Lo spettacolo vede una famiglia borghese riunita per la morte del padre; come un metaforico boomerang lanciato nel passato, menzogna e verità possono tornare indietro anni dopo per colpire chi ha lanciato quest’arma a doppio taglio. Tra ipocrisie, stereotipi e perbenismo di facciata, la scelte compiute dai singoli all’interno delle mura domestiche possono avere ripercussioni su altri individui e sulla società.

Giorgio Borghetti: energico e pieno di vita, dona al suo personaggio la giusta intensità, i suoi movimenti risultano ricchi di energia, la sua gestualità è anche rilassata quando serve risultando sempre naturale, le sue posture comunicano pienamente allo spettatore gli stati d’animo del personaggio che riesce a interpretare con realismo e passione.

Simone Colombari: strappa non poche risate con la sua verve, la sua simpatia e le sue buffe espressioni facciali, complice un testo ricco di spunti ilari, fanno breccia nel pubblico che si trova a ridere e applaudire in numerosi momenti dello spettacolo. Ha un vasto repertorio comunicativo, il suo corpo è molto mobile specialmente nella zona del tronco e della testa, gestisce con naturalezza il movimento degli arti e asseconda in maniera naturale le emozioni del suo personaggio.

Eleonora Ivone: bravissima ed equilibrata, riesce a trasmettere agli spettatori la giusta freddezza e durezza del personaggio attraverso l’abile uso di gesti lineari e direttivi, comunica in maniera efficace rabbia e angoscia attraverso un uso completo e coerente di tutte le sue parti del corpo risultando sempre credibile.

Amanda Sandrelli: molto espressiva anche attraverso le sue poliedriche espressioni facciali, risulta carismatica, riesce a cambiare ritmo e stile con efficacia e grande naturalezza; riesce a suggerire allo spettatore l’ambiguità del personaggio attraverso una gestualità che sa adattarsi sempre ai diversi momenti scenici, comica e drammatica quando serve, con la grande mobilità delle sue mani tiene vivo il ritmo della sua interpretazione.

Un’ottima prestazione di tutti gli attori che hanno letteralmente dominato la scena anche attraverso il loro Linguaggio del Corpo. Uno spettacolo godibilissimo dall’inizio alla fine animato da diversi colpi di scena, con una storia la cui trama risulta sempre ritmata e avvincente con un cast di attori di altissimo livello.

Francesco Di Fant

 

http://www.salaumberto.com/stagione-teatrale-2016-2017/boomerang-di-angelo-longoni.html

 

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: