La gestualità delle mani dei politici – TG Gold Salute e Società

 

Che cosa dicono le mani dii alcuni politici?
Per saperlo guardate il servizio di Roly Kornblit nel TG Gold Salute e Società con l’esperto di Linguaggio del Corpo Francesco Di Fant.

 

 

Sito web di Gold TV.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

San Valentino – Francesco Di Fant a La Vita In Diretta (14-02-2018)

 

Francesco Di Fant, esperto di Comunicazione e Linguaggio del Corpo, ospite in studio a San Valentino con Erminia Manfredi e Francesca Manzini nella trasmissione “LA VITA IN DIRETTA” su RAI 1 condotta da Marco Liorni e Francesca Fialdini (14-02-2018).

 

 

 

 

 

 

 

La gestualità delle mani – TG Gold Salute e Società

 

Tutti paliamo non solo con le parole ma anche con le mani perché come diceva Aristotele le mani sono diramazioni del cervello.
Ma cosa dicono le mani, possono esprimere quello che le parole non dicono? Come le muoviamo in diverse situazioni?
Le risposte e altre informazioni nel servizio di TG Gold Salute e Società con Francesco Di Fant esperto del linguaggio del corpo.

 

 

Sito web di Gold TV.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tributo a Maradona. Il suo Linguaggio del Corpo analizzato da Francesco Di Fant

 

Francesco Di Fant analizza il Linguaggio del Corpo di Diego Armando Maradona (Icone – RAI 5).

 

 

Buona visione! 🙂

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tributo a Vasco Rossi. Il suo Linguaggio del Corpo analizzato da Francesco Di Fant

 

Francesco Di Fant analizza il Linguaggio del Corpo di Vasco Rossi a Sanremo ’82 (Icone – RAI 5).

 

 

Buona visione! 🙂

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un ricordo per il mio amico Luca Svizzeretto

 

Ciao Luca, oggi era una splendida mattina piena di sole ed eravamo in tantissimi al tuo funerale, anche in un giorno lavorativo eravamo in molti lì a darti un saluto, un saluto che per me non è un addio ma un arrivederci, dove e quando non so, ma di sicuro è un arrivederci. C’erano tante sciapre della tua amata Inter sulla tua bara e molti sono entrati in chiesa addirittura con la maglietta della squadra.

Ti parlo come se fossi ancora qui, ancora tra noi, perchè lo sei, sei vivo nei nostri ricordi e nei nostri cuori e hai lasciato in me e in tanti altri una traccia indelebile del tuo passaggio su questa terra infame che poco dà e tanto toglie.

Eri un mio compagno sin dai tempi d’infanzia e sin da bambini, tra i banchi di scuola abbiamo stretto un legame forte, più forte della morte stessa, forse anche più forte della terribile malattia che ti ha portato via troppo presto. Sin da piccolo hai dimostrato la tua tempra, eri un combattente allora e lo sei sempre stato. Eri diverso da tutti gli altri, avevi una grande forza interiore e non ti importava chi ti prendeva in giro o ti voleva far sentire inferiore col tuo corpo minuto, a te importava solo avere i tuoi amici accanto e i tuoi sogni nel cuore.

Mi ricordo che ti ho spesso difeso da piccoli e grandi soprusi e oggi che non ci sei più mi verrebbe voglia di tornare a scuola per dare qualche spintone in più a quegli stupidi ragazzi che ti prendevano in giro con cattiveria, qualche volta ti prendevo in giro anche io, lo ammetto, ma con la leggerezza che si addice ai giochi tra amici, sempre nel massimo rispetto della persona e della amicizia.

La vita scorre e, come l’acqua di un fiume, gli anni sono passati in fretta, troppo in fretta. Ognuno convinto che le cose, in fondo, rimangano sempre dove sono e con l’idea che c’è sempre tempo per fare tutto e per incontrarsi di nuovo. Forse eravamo troppo impegnati a trovare una nostra strada nel mondo o a capire chi fossimo e cosa davvero volessimo dalla vita. Sei stato tu a chiamarmi qualche anno fa per un’intervista, quando ti dissi che ero molto contento di rivederti dopo anni ero sincero, non era la solita frase di circostanza che si suole dire.

In fondo non ti sei mai dimenticato di me e io non mi sono dimenticato di te, hai creduto nel mio lavoro e ti sei interessato a me, facendomi entrare nel mondo della radio, nel tuo mondo, prima a Nuova Spazio Radio e poi a Radio Rock con Paolo Di Censo e Antonio Romano, di questo ti ringrazio ora e per sempre. Non ti sei mai dimenticato degli amici, neanche quando gli amici si dimenticavano di te. Ci siamo rivisti per un po’ di tempo, troppo poco se ci ripenso ora.

Se tu fossi qui adesso potresti vedere sui giornali, sui siti e sui social network l’affetto che le persone provavano per te, anche quelli che ti conoscevano poco o solo per lavoro. Hai davvero lasciato un segno nel mondo della radio, del calcio e della critica cinematografica con la tua forza e la tua schiettezza che a volte dava fastidio a qualcuno che la pensava diversamente da te, che hai sempre fatto del dialogo e del confronto un tuo cavallo di battaglia

La tua tenacia mi ha sempre colpito, come sicuramente sai c’è un detto che dice “non importa quante volte cadi, quello che importa è che ti rialzi una volta di più”; ecco, tu eri davvero un combattente e non ti sei mai accontentato della vita che gli altri ti volevano vendere, magari una vita grigia e insignificante dietro una scrivania, non ti ci vedevo proprio, neanche tu ti ci vedevi e per questo hai sempre cercato di costruire il tuo percorso piuttosto che seguire quello tracciato da altri. Posso dire che tu hai vissuto appieno la tua vita, non sopravvivevi come vedo fare a molti altri, tu vivevi per davvero, hai sempre portato avanti i tuoi sogni e i tuoi progetti per farli diventare realtà, non ti sei mai arreso. Hai cercato la tua strada in un mondo difficle e ingrato come quello del giornalismo e non ti sei piegato neanche quando gli altri ti mettevano i bastoni fra le ruote per invidie, gelosie e futili brame di potere di malelingue pronte a gettare fango addosso agli altri per un briciolo di notorietà in più.

Avresti potuto scegliere di diventare una iena e un parassita come tanti altri che popolano questo mondo, e invece sei rimasto fedele a te stesso e ai tuoi ideali, ai tuoi valori, ogni giorno sceglievi di fare la cosa giusta e di essere una persona degna di stare al mondo. La tua dignità ci possa essere sempre d’esempio e da guida nelle nostre scelte quotidiane, grandi o piccole che siano. Hai sempre avuto un grande cuore e una buona parola per chi ti stava vicino, la tua grandezza era nella tua umanità.

Mi ricordo tante cose di te, di noi, ricordo ancora esattamente i film che vedevamo insieme, i giochi di ruolo e sul computer a cui giocavamo, il nostro amore per la letteratura di fantascienza e il Cyberpunk, le feste di compleanno da bambini di cui custodisco gelosamente le foto, le numerose estati passate insieme con Gianluca nella piscina del nostro caro amico Andrea, le nostre gite al luna park, ormai abbandonato, del Luneur, i mille progetti e le mille fantasie adolescenziali che ci animavano e che ci facevano sentire più grandi e più forti, ricchi di quell’immaginazione che solo gli utopisti e i grandi sognatori possono avere. Mi ricordo che da piccolo volevi diventare uno scrittore, da grande hai anche iniziato a scrivere un libro, purtroppo non hai avuto abbastanza tempo per finirlo, il tempo era improvvisamente diventato un tuo nemico.

Il tuo ricordo non si spegnerà mai nei nostri cuori, eri un sognatore e un’idealista e anche per questo eri e rimani una grande persona. Continuerò a sognare anche per te mio caro amico, non lascerò che il tempo e le distanze umane o sovrumane ci dividano ancora una volta.

Ti immagino lassù, in un cielo limpido e azzurro sopra le nuvole che guardi film con occhio critico, commentando partite di calcio con la tua sempreverde passione, chissà se in uno di questi schermi guardi anche noi, col tuo sorriso sincero e con qualche critica (costruttiva) da farci. Se ti viene in mente qualcosa per migliorare il nostro film, mio caro amico, sono ben lieto di sentire i tuoi suggerimenti, anche se purtroppo non possiamo cambiare la fine di questo ultima brutta storia che ti ha visto protagonista.

Ti voglio salutare con infinita amicizia e stima per te, un piccolo grande uomo apparso su una terra troppo arida per darti il giusto merito e il giusto rispetto, se esite un’altra vita spero di incontrarti lì, magari allo stesso modo, tra i banchi di scuola mi avvicinerei a te e ti direi “Ciao, sono Francesco” e tu mi risponderesti con un timido sorriso “Ciao, sono Luca”.

Buon viaggio mio caro amico fraterno, ovunque tu sia.

 

Francesco Di Fant

 

http://www.repubblica.it/spettacoli/cinema/2016/09/29/news/e_morto_luca_svizzeretto-148746207/

http://www.giornalettismo.com/archives/2168521/luca-svizzeretto-morto/

 

Il linguaggio del corpo di Gianni Morandi – Francesco Di Fant a Estate in Diretta (11-08-2016)

 

Francesco Di Fant, esperto di Linguaggio del Corpo, analizza il linguaggio del corpo di Gianni Morandi a “Estate in Diretta”, trasmissione di RAI 1 condotta da Arianna Ciampoli, Eleonora Daniele e Salvo Sottile (11-08-2016).

Buona visione! 🙂

 

La postura delle gambe – Francesco Di Fant a Lazio TG Salute (07-05-2016)

 

Alcune persone stanno con le gambe leggermente aperte, altre le tengono più larghe e alcune più strette, quasi unite. Tutto questo ha un significato? Potrebbe influenzare la nostra postura e creare problemi alla nostra colonna vertebrale?
Le risposte nel servizio “La postura delle gambe” su Lazio TG Salute (LAZIO TV) con il Dottor Francesco Di Fant, Esperto di Comunicazione e Linguaggio del Corpo, ed Emiliano Grossi, Fisioterapista. (07-05-2016)

Buona visione!

 

Nancy Brilli e il linguaggio del corpo – Francesco Di Fant a Domenica In (01-05-2016)

 

Francesco Di Fant, esperto di Linguaggio del Corpo, analizza il linguaggio del corpo di Nancy Brilli a “Domenica In”, trasmissione di RAI 1 condotta da Paola Perego e Salvo Sottile (01-05-2016)

Buona visione! 🙂

 

Cristina Chiabotto, vero o falso? – Francesco Di Fant a Mattino Cinque (22-10-2014)

Francesco Di Fant, esperto di Linguaggio del Corpo, e la grafologa Candida Livatino ospiti a “Mattino 5”, trasmissione di Canale 5 condotta da Federica Panicucci e Federico Novella.
Nel talk show odierno l’ospite speciale è Cristina Chiabotto (22-10-2014)

 

 

Buona visione! 🙂

Le verità di Paolo Ruffini – Francesco Di Fant a Mattino Cinque (15 ottobre 2014)

Francesco Di Fant ospite come esperto di Linguaggio del Corpo a “MATTINO CINQUE”, trasmissione di Canale 5 condotta da Federica Panicucci e Federico Novella. Nel talk show odierno l’argomento è “Marita Comi e il caso di Yara Gambirasio” (14-10-2014)

Buona visione! 🙂

Marita Comi e il caso Yara – Francesco Di Fant a Mattino Cinque (14 ottobre 2014)

Francesco Di Fant ospite come esperto di Linguaggio del Corpo a “MATTINO CINQUE”, trasmissione di Canale 5 condotta da Federica Panicucci e Federico Novella. Nel talk show odierno l’argomento è “Marita Comi e il caso di Yara Gambirasio” (14-10-2014)

Buona visione! 🙂

La Casa degli Assi torna su Italia 1

 

Dopo il grande successo di Italia 2, La Casa degli Assi sbarca su Italia 1! Rivivi i momenti più emozionanti del primo talent show italiano dedicato al poker sportivo e segui le gesta dei giocatori che si sono battuti a colpi di chips nella splendida location marocchina.
Dai divertenti casting iniziali, passando per le preziose lezioni dei coach e le serate con gli special-guest, fino all’intensa sfida della finalissima che ha decretato il vincitore di questa prima emozionante edizione.

Come in ogni reality show, osserverai i partecipanti interagire sulle questioni di tutti i giorni e al tempo stesso li vedrai competere fra loro, sia al tavolo con partite di poker sportivo, sia in altri contest ai quali verranno sottoposti.

La formula vincente del programma è ormai nota: al momento dell’entrata nella casa ogni partecipante riceve 15.000 chips e può rimanere dentro fino a quando non le avrà esaurite, con la possibilità di incrementare questo “stack” attraverso sfide di abilità all’interno della casa e prove in esterna. Il concorrente con più gettoni (detto chipleader) può godere di alcuni privilegi, che sono svelati nel corso del programma, mentre quello con meno gettoni viene penalizzato nello svolgimento di varie attività.

Ma non è tutto! Nel corso dello show diretto dal Team PokerStars Pro Luca Pagano, giocatori che avevano partecipato ai tornei on-line di PokerStars.it provano a prendere il posto degli inquilini entrati dalle selezioni live. Per aggiungere un po’ di pepe alla ricetta che mette in palio 50.000 euro in gettoni d’oro.

L’avventura del reality riparte oggi (23 giugno) e prosegue per quattro settimane, fino alle porte di agosto. L’appuntamento con il ritorno de La Casa degli Assi questa volta è fissato su Italia 1 dal lunedì al venerdì alle ore 00:30. Per maggiori informazioni consulta la nostra apposita pagina Palinsesto.

 

http://www.lacasadegliassi.it/la-casa-degli-assi-torna-su-italia-1/

 

DOTTOR FRANCESCO DI FANT – “LA CASA DEGLI ASSI” (clip casting) ITALIA 2

Clip degli interventi del Dottor Francesco Di Fant in qualità di giudice di Comunicazione Non Verbale nei casting de “LA CASA DEGLI ASSI”, reality di Pokerstars sul poker sportivo trasmesso da ITALIA 2.
Nella giuria capitanata dal campione europeo Luca Pagano presenti anche i professionisti di poker Pier Paolo Fabretti e Giada Shiyan Fang insieme alla headhunter Daniela Gelmi.

 
Buona visione! 🙂