Workshop “Il linguaggio del corpo e la comunicazione non verbale. Aspetti criminologici e psicosomatici” (24, 25 e 26 ottobre – Torino)

 

Nei giorni 24, 25 e 26 ottobre 2014 presso l’Università Pontificia Salesiana Rebaudengo e presso la Cooperativa Sociale Agape Madre dell’Accoglienza di Albugnano (Asti), si terrà un importante workshop esperienziale che vede impegnati nel progetto itinerante “Il linguaggio del corpo e la comunicazione non verbale. Aspetti criminologici e psicosomatici”, illustri professionisti dei più differenziati settori al fine di trasmettere i principali erudimenti sulle modalità comunicative diverse dall’utilizzo della parola.

L’evento ha avuto la sua inaugurazione ufficiale a Roma, lo scorso 11 aprile presso la sede dell’Osservatorio Nazionale Stalking ed è proseguito, nella splendida cornice della Reggia Vanvitelliana di Caserta, presso la scuola specialisti dell’Aeronautica militare, dove l’interesse e l’ affluenza di pubblico è stata altissima.

L’applicazione delle tecniche che utilizzano il linguaggio del corpo e la comunicazione non verbale, in un contesto sociale, giuridico, investigativo, socio-sanitario assumono una grandissima rilevanza alla luce di innumerevoli problematiche scaturenti, non solo dalla corretta applicazione di strumenti di contenzione ma anche in chiave di prevenzione di probabili reati ed al fine di poter trarre informazioni sul nostro interlocutore. Tali branche della conoscenza, infatti, vedono il corpo come la sintesi finale di una serie innumerevole di processi e sul quale sono leggibili, a chiari caratteri ed attraverso la decodificazione di un insieme di simboliche, la personalità e il vissuto di un dato soggetto diventando, pertanto, un valido supporto per tutti coloro che esercitano professioni ove il contatto con il pubblico e la gestione relazionale hanno un impatto decisivo.

La umana comunicazione utilizza la semantica in maniera nettamente inferiore rispetto ad altre forme di comunicazione. Addirittura sembrerebbe che solo in una percentuale bassissima venga utilizzata la parola che però, può essere in ogni caso contraffatta, distorta o mal compresa. Il corpo invece non mente! La gestualità, la postura, il modo di modulare la voce, la conformazione stessa della struttura corporea, i tratti del volto e le sue espressioni, che hanno interessato pensatori di ogni tempo, forniscono notizie accurate sulla vita e sui trascorsi di un soggetto.

L’utilizzo corretto delle varie ed alternative modalità comunicative possono sostenere l’interprete divenendo uno strumento utile per la realizzazione di un profiling ed, in ogni caso, possono trovare un valido supporto in tutte le scienze criminologiche ed investigative.

Nei Paesi Anglosassoni, negli Stati Uniti ed in molte altre nazioni tali tecniche, che utilizzano il corpo ed i metodi di lettura delle espressioni facciali, vengono di solito utilizzate al fine di sgominare attacchi terroristici o al fine di riconoscere o meno l’attendibilità di un probabile reo o di una vittima di reato. Tale è stato l’enorme interesse verso tali metodi ricognitivi che si è dato vita anche ad una celebre serie televisiva (Lie to me) che ha consolidato ancora di più la convinzione di dare uno spazio ben più ampio a tali tipi di branche della conoscenza.

Fra i relatori interverranno: il Prof. Alessandro Meluzzi, noto psichiatra; l’Avv. Tiziana Barrella, responsabile scientifico dell’Osservatorio Giuridico Italiano ed esperta in segni e linguaggio del corpo; il Dott. Giovanni Presta, medico e presidente della Commissione di Vigilanza degli Istituti Sanitari per la Regione Piemonte; la Dott.ssa Cinzia Gimelli, psicologa forense; la Dott.ssa Paola Giannetakis, criminologa e il Dott. Francesco Di Fant, esperto in comunicazione non verbale.

L’ingresso sarà riservato esclusivamente ad un numero limitato di corsisti ed avrà essenzialmente un taglio pratico. L’evento, convenzionato con importanti strutture alberghiere locali, garantirà ai partecipanti di altre regioni italiane anche la possibilità di poter soggiornare in loco.
Per informazioni e prenotazioni rivolgersi alla segreteria organizzativa dell’Osservatorio Giuridico Italiano: www.ogismcv.it, ogismcv@gmail.com, 0823/1848090 – 348/7056281.

 

Per visionare eventi precedenti:



You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: