Creare contatto fisico e psicologico – Copia Originale

 

Nell’interazione con gli altri è importante riuscire a entrare in contatto, creare un legame. Questo contatto può essere facilitato da alcuni gesti e comportamenti.

Oltre al contatto fisico vero e proprio è possibile anche entrare lentamente e con riguardo nella “bolla personale” dell’altro (1 metro). Altri modi di creare un legame psicologico possono essere: contatto visivo, sorriso, empatia, attenzione (piegate la testa di lato per segnalare una profonda attenzione) e ascolto attivo dell’altro.

 

Francesco Di Fant

https://www.copiaoriginale.it/post/creare-contatto-fisico-psicologico-2

Il Linguaggio del Corpo di Anthony Robbins – COACHMAG n.35

 

L’analisi del Linguaggio del Corpo di un Coach può aiutare a comprenderne meglio il carattere e, in generale, il modo di interagire attraverso il suo corpo con i Coachee e con gli altri.
Questo articolo è il primo di una serie di analisi dedicate ai Coach più famosi, l’intento è quello di tracciare un disegno comprensibile delle diverse personalità, delle tecniche utilizzate e del loro efficace comportamento non verbale.

In questa occasione la lente del Linguaggio del Corpo è puntata su uno dei più famosi Coach a livello internazionale: Anthony Robbins. Il famosissimo Coach californiano ha ispirato diverse migliaia di persone con i suoi programmi e i suoi seminari, in molti hanno deciso di intraprendere la strada del Coaching come professione dopo averlo incontrato.

Per poter comprendere meglio le caratteristiche e la personalità di “Tony” Robbins ho esaminato il documentario I am not your guru (“Non sono il tuo guru”) in cui il famoso Coach viene filmato durante il suo seminario annuale più famoso chiamato Date with Destiny (“Appuntamento col Destino”) a cui partecipano circa 2500 persone da 70 paesi diversi.

 

L’ENERGIA:

L’aspetto che più colpisce di Tony Robbins è l’incredibile energia che riesce a trasmettere agli altri attraverso il suo corpo e le sue parole; questa energia è trasmessa con i suoi movimenti sicuri sul palco e in mezzo al pubblico. Compie gesti energici e ampi con le mani, per essere visibile da tutta la platea…

(Continua su COACHMAG n.35 con l’analisi di energia, sicurezza, voce e contatto di Tony Robbins –  www.coachmag.it)

 

Francesco Di Fant

 

Articolo pubblicato sulla rivista COACHMAG n.35, Anno 8, Settembre 2017, nella rubrica “Silenzio! Parla il corpo”.

 

Braccia incrociate? Non sempre è chiusura – Copia Originale

 

Secondo un luogo comune sul Linguaggio del Corpo, tenere le braccia incrociate è sempre un segnale di chiusura rispetto agli interlocutori o alle loro parole, questo però non è sempre vero.

Si possono tenere le braccia incrociate per il freddo o semplicemente per riposare il corpo. Quando la postura del corpo è rilassata e il bacino è leggermente spostato in avanti reggendo il peso delle braccia, tale postura è da considerare una posizione di riposo, così si rilassano i muscoli di braccia e spalle.

 

Francesco Di Fant

https://www.copiaoriginale.it/post/braccia-incrociate-non-sempre-chiusura-2

San Valentino – Francesco Di Fant a La Vita In Diretta (14-02-2018)

 

Francesco Di Fant, esperto di Comunicazione e Linguaggio del Corpo, ospite in studio a San Valentino con Erminia Manfredi e Francesca Manzini nella trasmissione “LA VITA IN DIRETTA” su RAI 1 condotta da Marco Liorni e Francesca Fialdini (14-02-2018).

 

 

 

 

 

 

 

Creare “Rapport” con l’altro – Copia Originale

 

In un articolo precedente abbiamo parlato di Mirroring, questa tecnica viene anche usata per creare “Rapport”, un rapporto di affinità e fiducia che ci dà anche la possibilità di operare un cambiamento sull’altro.

 

Le 3 fasi del Rapport:

1) calibrazione (osservazione del comportamento altrui),

2) ricalco (imitazione degli aspetti verbali, paraverbali e non verbali dell’altro),

3) guida (una volta agganciato l’altro con il ricalco è possibile modificare il proprio comportamento per “guidare” l’altro).

 

Francesco Di Fant

https://www.copiaoriginale.it/post/creare-rapport-laltro-2

Il Mirroring: rispecchiare l’altro – Copia Originale

 

Gli appassionati di PNL sanno sicuramente cos’è il “Mirroring”, per gli altri è utile spiegare che la tecnica del “Rispecchiamento” è un semplice e potente strumento, alla portata di tutti, per entrare in empatia con gli altri velocemente.

Il Mirroring si basa sull’imitazione dell’altro nel suo comportamento verbale (parole, metafore, modi di dire), paraverbale (tono, velocità, ritmo e inflessioni della voce) e non verbale (gesti, posture, espressioni facciali, fisiologia e respiro). Provate anche voi!

Francesco Di Fant

https://www.copiaoriginale.it/post/mirroring-rispecchiare-altro

Centro Suono Sport – la CNV del Festival di Sanremo 2018 (08-02-2018)

 

In collegamento telefonico Francesco Di Fant, esperto di Linguaggio del Corpo, per analizzare i protagonisti del Festival di Sanremo 2018 nella trasmissione “Abbiamo trovato il titolo” con Valeria Biotti su CENTRO SUONO SPORT 101.500 (8 febbraio 2018).

Buon ascolto! 🙂

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

RADIO SONICA – Menzogna e CNV (06-02-2018)

 

Francesco Di Fant, esperto di Linguaggio del Corpo, ospite in studio di Peppe Lomonaco e Stefano Valvo su RADIO SONICA 90.700 per parlare di Menzogna e Linguaggio del Corpo (6 febbraio 2018).

Buon ascolto! 🙂