10 cose da sapere per riconoscere uno stronzo (anche a Natale)

Sono arrivate le festività natalizie e con loro hanno portato un carico di panettoni, regali, cene e pranzi con parenti e amici. Solitamente è un periodo lieto (e un po’ stressante allo stesso tempo) poiché si ritrovano persone con cui non sempre si ha molto tempo da passare durante il resto dell’anno.

Purtroppo a volte non tutti gli amici, conoscenti e parenti che si incontrano sono persone piacevoli, saper individuare in tempo persone e atteggiamenti “poco gradevoli” può essere un utile vantaggio anche durante le feste di Natale; ecco qui 10 semplici consigli su come riconoscerli e soprattutto… buone feste a tutti!

1 – Gentilezza sospetta

Quando qualcuno vi approccia con fare stranamente gentile rispetto al suo normale modo di fare potrebbe essere intenzionato a ingannarvi in qualche modo.

2 – Scarso contatto visivo

Se una persona vi guarda poco negli occhi quando parliamo con lui potrebbe essere timido ma potrebbe anche volere nascondervi qualcosa.

3 – Toccarsi il corpo o il volto

Grattarsi il viso, il naso o un braccio potrebbero essere segnali di disagio e tensione, specialmente se la persona di fronte a voi non ha intenzioni oneste nei vostri confronti.

4 – Sorrisi ingannevoli

A volte troppi sorrisi possono essere usati per trarre in inganno, pochi sorrisi invece potrebbero segnalare una certa freddezza nei vostri confronti. Bisogna anche fare attenzione ai sorrisi asimmetrici che spesso indicano ironia e disprezzo.

5 – Mani nascoste

Le persone oneste e sincere mostrano le mani e i palmi quando parlano con qualcuno, diffidate di chi tende a nascondere troppo le proprie mani dalla vostra vista.

6 – Orientamento del corpo non diretto verso di voi

Se chi vi sta di fronte ha una o più parti del corpo (la gambe, il busto) rivolte altrove mentre parlate con lui, potrebbe non essere realmente interessato a voi o alla vostra conversazione.

7 – Labbra strette

Chi tende a serrare le labbra con forza o le tiene chiuse molto spesso potrebbe essere una persona arida di sentimenti o che sta tentando di ingannarvi.

8 – Invasione dello spazio privato

Chi invade spesso il vostro spazio privato può manifestare una richiesta di attenzione ma anche una natura ossessiva e invadente. In particolare prestate attenzione a chi cerca molto il contatto fisico mentre parla con voi.

9 – Segnali di barriera

Una persona che dichiara simpatia ed empatia nei vostri confronti lo manifesta con le braccia aperte e mostrando il busto. Fate attenzione a coloro che rimangono con le braccia e le gambe incrociate, segnali di difesa che possono indicare una certa ostilità o un tentativo di mentirvi.

10 – Espressioni del viso asimmetriche

Le emozioni sincere appaiono in modo simmetrico sul volto delle persone. Diffidate da chi mostra una marcata asimmetria nelle sue espressioni facciali, questo indica che vi sta nascondendo le sue vere emozioni e i suoi pensieri.

Francesco Di Fant

Dal libro Come riconoscere uno stronzo al primo sguardo di Francesco Di Fant (Newton Compton editori, Roma 2014).

https://www.newtoncompton.com/libro/come-riconoscere-uno-stronzo-al-primo-sguardo

https://www.newtoncompton.com/autore/francesco-di-fant

Vuoi sapere come interpretare il Linguaggio del Corpo, riconoscere la menzogna ed evitare gli stronzi per facilitare la tua vita? Clicca qui per info e training. Oppure puoi contattarmi direttamente a info@francescodifant.it.

Workshop “Il linguaggio del corpo e la comunicazione non verbale. Aspetti criminologici e psicosomatici” (24, 25 e 26 ottobre – Torino)

 

Nei giorni 24, 25 e 26 ottobre 2014 presso l’Università Pontificia Salesiana Rebaudengo e presso la Cooperativa Sociale Agape Madre dell’Accoglienza di Albugnano (Asti), si terrà un importante workshop esperienziale che vede impegnati nel progetto itinerante “Il linguaggio del corpo e la comunicazione non verbale. Aspetti criminologici e psicosomatici”, illustri professionisti dei più differenziati settori al fine di trasmettere i principali erudimenti sulle modalità comunicative diverse dall’utilizzo della parola.

L’evento ha avuto la sua inaugurazione ufficiale a Roma, lo scorso 11 aprile presso la sede dell’Osservatorio Nazionale Stalking ed è proseguito, nella splendida cornice della Reggia Vanvitelliana di Caserta, presso la scuola specialisti dell’Aeronautica militare, dove l’interesse e l’ affluenza di pubblico è stata altissima.

L’applicazione delle tecniche che utilizzano il linguaggio del corpo e la comunicazione non verbale, in un contesto sociale, giuridico, investigativo, socio-sanitario assumono una grandissima rilevanza alla luce di innumerevoli problematiche scaturenti, non solo dalla corretta applicazione di strumenti di contenzione ma anche in chiave di prevenzione di probabili reati ed al fine di poter trarre informazioni sul nostro interlocutore. Tali branche della conoscenza, infatti, vedono il corpo come la sintesi finale di una serie innumerevole di processi e sul quale sono leggibili, a chiari caratteri ed attraverso la decodificazione di un insieme di simboliche, la personalità e il vissuto di un dato soggetto diventando, pertanto, un valido supporto per tutti coloro che esercitano professioni ove il contatto con il pubblico e la gestione relazionale hanno un impatto decisivo.

La umana comunicazione utilizza la semantica in maniera nettamente inferiore rispetto ad altre forme di comunicazione. Addirittura sembrerebbe che solo in una percentuale bassissima venga utilizzata la parola che però, può essere in ogni caso contraffatta, distorta o mal compresa. Il corpo invece non mente! La gestualità, la postura, il modo di modulare la voce, la conformazione stessa della struttura corporea, i tratti del volto e le sue espressioni, che hanno interessato pensatori di ogni tempo, forniscono notizie accurate sulla vita e sui trascorsi di un soggetto.

L’utilizzo corretto delle varie ed alternative modalità comunicative possono sostenere l’interprete divenendo uno strumento utile per la realizzazione di un profiling ed, in ogni caso, possono trovare un valido supporto in tutte le scienze criminologiche ed investigative.

Nei Paesi Anglosassoni, negli Stati Uniti ed in molte altre nazioni tali tecniche, che utilizzano il corpo ed i metodi di lettura delle espressioni facciali, vengono di solito utilizzate al fine di sgominare attacchi terroristici o al fine di riconoscere o meno l’attendibilità di un probabile reo o di una vittima di reato. Tale è stato l’enorme interesse verso tali metodi ricognitivi che si è dato vita anche ad una celebre serie televisiva (Lie to me) che ha consolidato ancora di più la convinzione di dare uno spazio ben più ampio a tali tipi di branche della conoscenza.

Fra i relatori interverranno: il Prof. Alessandro Meluzzi, noto psichiatra; l’Avv. Tiziana Barrella, responsabile scientifico dell’Osservatorio Giuridico Italiano ed esperta in segni e linguaggio del corpo; il Dott. Giovanni Presta, medico e presidente della Commissione di Vigilanza degli Istituti Sanitari per la Regione Piemonte; la Dott.ssa Cinzia Gimelli, psicologa forense; la Dott.ssa Paola Giannetakis, criminologa e il Dott. Francesco Di Fant, esperto in comunicazione non verbale.

L’ingresso sarà riservato esclusivamente ad un numero limitato di corsisti ed avrà essenzialmente un taglio pratico. L’evento, convenzionato con importanti strutture alberghiere locali, garantirà ai partecipanti di altre regioni italiane anche la possibilità di poter soggiornare in loco.
Per informazioni e prenotazioni rivolgersi alla segreteria organizzativa dell’Osservatorio Giuridico Italiano: www.ogismcv.it, ogismcv@gmail.com, 0823/1848090 – 348/7056281.

 

Per visionare eventi precedenti:



Comunicazione Non Verbale nel Business

Francesco Di Fant condivide con www.businesstribe.it degli utili consigli per comunicare in modo efficace con la comunicazione non verbale in ambito di Business. I suggerimenti presenti toccano la comunicazione interpersonale, il public speaking, la comunicazione efficace per i venditori e il riconoscimento delle menzogne.

 




Buona visione! 🙂

 

 

 

 

 

 

http://businesstribe.it/videoblog/comunicazione-non-verbale-nel-business/

 

Seminario 23 settembre 2014 (Bari) – Lo stalking e la violenza sulle donne

***

Seminario 23 settembre 2014

presso la SALA CONSILIARE ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BARI

“LO STALKING E LA VIOLENZA SULLE DONNE”

***

partocinato da: Comune di Bari – Ordine degli Avvocati di Bari – OGI SMCV (Osservatorio Giuridico Italiano – Santa Maria Capua Vetere) – Accademia Italiana di Scienze Forensi

Interverranno: Dott.ssa Francesca Bottalico – Avv. Emmanuele Virgintino – Dott. Vito Savino – Dott. Antonio De Iesu – Col. t. ISSMI Dott. Rosario Castello  Gen. Luciano Garofano  Avv. Tiziana Barrella  Dott.ssa Cinzia Gimelli – Dott. Remo Croci – Dott. Francesco Di Fant

Per informazioni e iscrizioni: 349-6338326 0823-1848090 – ogismcv@gmail.com

Il convegno è gratuito e conferisce 6 crediti formativi e attestato di partecipazione

 

PROGRAMMA:

I Labirinti del Male. Il femminicidio e la violenza sulle donne, cosa sone e come difendersi.

L’assistenza alla vittima, le indagini, la normativa in materia di atti persecutori e violenza alle donne.

Il femminicidio nel profilo psicologico della vittima.

Il femminicidio: cosac’è nella mente degli uomini violenti. La prevenzione della violenza ed il linguaggio del corpo.

L’impatto massmediatico del fenomeno criminale ed il rischio di emulazione.

Disamina di casi pratici.

***

Video del Workshop sulla Comunicazione Non Verbale alla Reggia di Caserta

Video relativi al Workshop “Il linguaggio del corpo e la Comunicazione Non Verbale. Aspetti criminologici e psicosomatici” – ospitato dalla SSAM presso la Reggia di Caserta (28/29 maggio 2014)




 




 




 

 

 

 

 

 

 

 

Workshop sulla Comunicazione Non Verbale a Caserta

 

04/06/2014 – Nelle giornate del 28 e 29 maggio, la Scuola Specialisti (SSAM) ha ospitato un workshop dal titolo ”Il linguaggio del corpo e la comunicazione non verbale. Aspetti criminologici e psicosomatici” promosso e organizzato dall’Osservatorio Giuridico Italiano e l’Accademia Italiana di Scienze Forensi.

 

Il Convegno, tenuto da esperti giuristi, psicologi, psichiatri e molte altre professionalità, ha avuto lo scopo di diffondere, attraverso l’informazione e l’esperienza pratica, i principali concetti sulla comunicazione non verbale, il linguaggio del corpo e la prevenzione dei fenomeni violenti attraverso gli stessi.Al workshop, che ha riscosso ampio interesse tra gli intervenuti, ha partecipato anche il personale frequentatore dei corsi in istruzione presso la SSAM al fine di ricevere una visione d’insieme sulla materia.

Nella fase di apertura del convegno il Vice Comandante della SSAM, Colonnello Giuseppe Prestigiacomo, in rappresentanza del Comandante Colonnello Santoro, dopo aver salutato le autorità presenti e il pubblico, ha ringraziato l’Avv. Tiziana Barrella, Responsabile Scientifico dell’Osservatorio Giuridico Italiano, per aver scelto la Scuola come sede dell’evento e ha sottolineato l’importanza dei concetti trattati nel corso dello stesso.Tra i relatori intervenuti il Prefetto di Caserta, Dott.ssa Carmela Pagano che ha portato all’attenzione della platea la propria esperienza nel settore, il Prof. Alessandro Meluzzi, noto psichiatra, il Dott. Antonio Girardi e il Dott. Francesco Di Fant, esperto di comunicazione non verbale.

 

 

Autore : SSAM – Caserta – Magg. Naiolo Pasquale

 

http://www.aeronautica.difesa.it/News/Pagine/20140604_WorkshopsullaComunicazionenonverbaleaCaserta.aspx

 

Workshop 28-29 maggio 2014 (Reggia di Caserta) – Il linguaggio del corpo e la Comunicazione Non Verbale, aspetti criminologici e psicosomatici

***

Workshop 28-29 maggio 2014

presso la REGGIA DI CASERTA

“IL LINGUAGGIO DEL CORPO E LA COMUNICAZIONE NON VERBALE, ASPETTI CRIMINOLOGICI E PSICOSOMATICI”

***

partocinato da: Città di Caserta – S.S.A.M. Caserta – OGI SMCV (Osservatorio Giuridico Italiano – Santa Maria Capua Vetere) – Accademia Italiana di Scienze Forensi  ASL TO4

Interverranno: Dott. Pio del Gaudio – Col. Nav. Veniero Santoro  Prof. Dott. Alessandro Meluzzi  Prof. Dott. Vincenzo Mastronardi Avv. Tiziana Barrella  Prof. Dott. Giovanni Presta  Dott. Matteo Apolloni  Dott.ssa Cinzia Gimelli Dott. Francesco Di Fant

Per informazioni e iscrizioni: 349-6338326 0823-1848090 – ogismcv@gmail.com

Sarà rilasciato l’attestato di partecipazione

PROGRAMMA:

La realizzazione di un profilng e la prevenzione dei reati attraverso la scoperta della personalità del presunto autore e della vittima.

Setting relazionale. La gestione delle dinamiche comportamentali e delle emozioni.

La comunicazione non verbale e l’analisi dei segni del corpo: la decodificazione del fenomeno violento.

La fisiognomica, l’analisi psicosomatica del corpo  della vittima e dell’autore della violenza e stalking: applicazioni ed esercitazioni pratiche.

L’utilizzo del linguaggio del corpo nella realtà istituzionale ed assistenziale.

Il riconoscimento di soggetti potenzialmente pericolosi in spazi aperti e tra le folle.

L’analisi della menzogna e come riconoscerla.

***

Il seminario di tiratura nazionale, che avrà come sede la meravigliosa cornice della Reggia Vanvitelliana, sarà articolato in due fasi, una strettamente teorica e l’altra finalizzata alle esercitazioni pratiche. Illustri esperti del mondo della comunicazione non verbale,
del linguaggio del corpo, della medicina legale e della psicologia daranno vita ad un evento esclusivo ed unico nel suo genere, che
offrirà a tutti coloro che parteciperanno preziosi strumenti volti a comprendere le informazioni nascoste dietro i segni del
corpo.

Gli orari dell’evento sono i seguenti:
28 maggio ore 09:00/13:30 convegno; ore 15:00/18:30 workshop esperienziale
29 maggio ore 10:00-13:30/15:00-18:30 workshop: applicazioni ed esercitazioni pratiche.
Il numero dei posti è limitato e, dovendo predisporre un’accoglienza in area militare, è necessario avere quanto prima conferma delle adesioni.

Per qualsiasi altra informazione è possibile contattare i seguenti recapiti telefonici:

Avv. Tiziana Barrella 349/6338326, Avv. Lucia Di Bello 348/7056281

 

Workshop 11-12 Aprile – La Comunicazione Non Verbale, il linguaggio del corpo come prevenzione della violenza

***

Workshop 11-12 Aprile 2014

“LA COMUNICAZIONE NON VERBALE, IL LINGUAGGIO DEL CORPO COME PREVENZIONE DELLA VIOLENZA”

***

partocinato da: AIPC (Associazione Italiana Psicologia e Criminologia) – OGI SMCV (Osservatorio Giuridico Italiano – Santa Maria Capua Vetere) – ONS (Osservatorio Nazionale Stalking) – Osservatorio Nazionale Delitti Familiari

Corpo docente: Prof. Alessandro Meluzzi – Avv. Tiziana Barrella – Dott. Francesco Di Fant – Dott. Massimo Lattanzi – Dott.ssa Tiziana Calzone

Via Giorgio Baglivi 6, Roma

Per informazioni e iscrizioni 06-44246573 lun/ven – aipcitalia@gmail.com

349-6338326 0823-1848090 – ogismcv@gmail.com

Sarà rilasciato l’attestato di partecipazione

http://www.stalking.it/?p=3973

 

 

Conferenza “I segreti per parlare e capire il linguaggio del corpo” – 17 febbraio 2014 Caserta

 

Lunedì 17 Febbraio 2014, alle ore 14:30, presso il Formed, Corso Trieste, 291 – Caserta, si terrà la Conferenza:

***

“I SEGRETI PER PARLARE E CAPIRE IL LINGUAGGIO DEL CORPO”

a cura del Dottor Francesco Di Fant

Organizzato dal Formed in convenzione con la Seconda Università degli Studi di Napoli (Dipartimento di Giurisprudenza) nell’ambito del Corso di Perfezionamento in “Scienze Criminologiche e Criminalistiche” – IV edizione

***

La partecipazione è GRATUITA ma la prenotazione è obbligatoria ai numeri 0823279263 e 3939743680

oppure attraverso la pagina Facebook:

https://www.facebook.com/pages/Formed/188034352541?bookmark_t=page

N.B. Verrà rilasciato Certificato di Partecipazione

http://formedcampania.com/2014/02/06/conferenza-i-segreti-per-parlare-e-capire-il-linguaggio-del-corpo/

 

IV edizione Corso di perfezionamento in “Scienze Criminologiche e Criminalistiche” a.a. 2013-2014

Sono aperte le iscrizioni alla IV edizione del corso di perfezionamento in “Scienze Criminologiche e Criminalistiche” 2013-14 istituito dal FORMED e dalla Seconda Università degli studi di Napoli.

Possono partecipare al corso coloro che sono in possesso del diploma di laurea di I, II livello o magistrale ed è rivolto anche ai dipendenti delle Forze dell’Ordine (in possesso di laurea o diploma di scuola media superiore).

Direttore Scientifico: Prof. Giuliano Balbi
Coordinatore del Corso: Avv. Tiziana Barrella

Il corso si terrà a Caserta e sarò presente come relatore di un seminario dedicato al mio ultimo libro “I segreti per parlare e capire il linguaggio del corpo”.

 

 

 

 

Qui di seguito trovate il programma completo del corso con i relativi docenti e relatori:
Programma IV edizione corso “Scienze Criminologiche e Criminalistiche” a.a. 2013-2014

Link FORMED:
http://www.formedcampania.it/news.htm

Articoli correlati:
IL 30 settembre parte il corso di perfezionamento in scienze criminologiche. Direttore il professore Balbi

Tra un mese parte il corso di criminologia. Il-primo appuntamento con lo psichiatra Meluzzi e con il professore Borrini