Pupille e Linguaggio del Corpo – Copia Originale

 

La modificazione delle pupille, impossibile da controllare, può essere un importante segnale del corpo:

– L’ingrandimento delle pupille (midriasi) è un riflesso del sistema nervoso simpatico. La dilatazione avviene quando c’è poca luce e in presenza di felicità, stress, ansia, shock, paura e sorpresa
– Il restringimento delle pupille (miosi) è connesso al sistema nervoso parasimpatico. Esso avviene quando nell’occhio entra troppa luce o in presenza di emozioni quali rabbia, disgusto o tristezza

 

Francesco Di Fant

https://www.copiaoriginale.it/post/pupille-linguaggio-del-corpo

IL LINGUAGGIO SEGRETO DELLE PUPILLE – LIE TO MANA’ (12 luglio 2013)

Ospite in studio Francesco Di Fant, esperto di Linguaggio del Corpo, con la rubrica LIE TO MANA’ nella trasmissione “Qua la Manà” condotta da Stefania Lillo, Rodrigo De Maio e Alessandro Lillo. Oggi parliamo del fenomeno della dilatazione e contrazione delle pupille (midirasi e miosi) dal punto di vista della CNV! – 12 luglio 2013




Buon ascolto! 🙂

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LEGGEWEB n.11 – Cacciatori di bugie? Attenti alle trappole!

 

Cacciatori di bugie? Attenti alle trappole!

 

Così come viene naturale a ognuno di noi osservare l’altro per farsene un’idea, tanto più è importante per gli avvocati (o per i giudici) saper analizzare le persone con cui hanno a che fare durante lo svolgimento della propria professione.
L’analisi della persona che si ha di fronte non può essere presa alla leggera, ed è sbagliato supporre di poter raggiungere facilmente la verità.

Chi per lavoro deve prendere in esame altre persone su cui è tenuto a dare un giudizio o, perlomeno, a farsi un’opinione che indirizzi la propria scelta lavorativa deve stare attento a non peccare di arroganza.
Esistono tre tipi di errore che un “cacciatore di bugie” può commettere nella sua osservazione: l’effetto Otello, l’effetto Pigmalione e l’effetto Brokaw.
William Shakespeare, grande esploratore dell’animo umano, ci narra che Otello, accecato di gelosia, non riuscì a scorgere la verità nelle parole della sua Desdemona, ingiustamente accusata di tradimento, e questo lo portò alla tragica uccisione dell’amata.
L’effetto Otello avviene quando si scambia la paura di non essere creduti con la paura legata alla bugia, arrivando a una conclusione errata sulla base di un’analisi incompleta degli elementi non verbali.
L’effetto Pigmalione può essere definito come l’esatto opposto dell’effetto Otello; esso si verifica quando un pregiudizio positivo porta a distorcere l’analisi della realtà, tendendo così a sottostimare eventuali indizi di tensione o di menzogna visibili nell’altro.
L’effetto Brokaw, invece, prende il suo nome da Tom Brokaw, un giornalista americano che affermava di poter distinguere la menzogna dalla verità durante un’intervista basandosi su parametri fissi, senza tener conto del contesto e della personalità dell’altro.
Un esempio dell’effetto Brokaw è visibile nella cattiva interpretazione dei gesti manipolatori, quei movimenti con cui si tocca il proprio corpo o un oggetto; infatti, spesso questo tipo di gesti possono fuorviare l’osservatore se non vengono analizzati insieme ad altri fattori.
Questo effetto spesso si presenta con scopritori di menzogne inesperti; i gesti manipolatori e auto-manipolatori possono essere compiuti, o aumentare d’intensità, in differenti situazioni: quando si dice una bugia, quando si è rilassati e ci si lascia andare, quando si è concentrati sulle parole da pronunciare o se si prova piacere o imbarazzo.
Il consiglio, quindi, è di fare sempre attenzione a queste tre trappole in cui il “cacciatore di bugie” può incappare, suo malgrado, per superare pregiudizi e inganni della percezione e osservare gli altri con occhi oggettivi.

Dott. Francesco Di Fant, esperto di C.N.V.

 

http://www.leggeweb.it/psyche-et-ius/cacciatori-di-bugie-attenti-alle-trappole-7623.html

 

LEGGEWEB n.10 – Le emozioni segrete delle pupille

 

Le emozioni segrete delle pupille

 

Si dice che gli occhi siano lo specchio dell’anima, questa affermazione basa la sua verità nel fatto che la zona degli occhi è la parte del corpo più espressiva, le cui modificazioni possono comunicare una vasta quantità di informazioni che riguardano emozioni e stati d’animo.

Per  un avvocato comprendere cosa sta provando la persona che ha di fronte (sia essa giudice, testimone o cliente) può essere determinante per avere un maggior controllo della situazione e per avere più possibilità di indirizzare il discorso dove desidera, tanto in sede processuale quanto al di fuori di essa.

Sapere come leggere gli occhi altrui può risultare utile nel caso in cui si voglia davvero capire quali reazioni emotive  provocano le nostre parole.

Allo stesso modo, le pupille possono dirci cose che le parole spesso non riescono o non vogliono esprimere, per questo motivo tante persone indossano occhiali scuri.

La contrazione della pupilla (miosi) e la sua dilatazione (midriasi) sono modificazioni del tutto involontarie; questo ci aiuta a capire perché le pupille possono darci informazioni assolutamente veritiere sull’altra persona, in particolar modo quando sono rinforzate e confermate da altri segnali del corpo.

La pupilla si restringe in presenza di rabbia, per focalizzare meglio l’attenzione sull’antagonista che si ha di fronte, fisicamente o idealmente.

L’espansione della pupilla avviene, invece, in un maggior numero di circostanze: in presenza di attrazione verso un’altra persona oppure quando si hapaura.  Nel caso della paura, si manifesta la massima apertura della pupilla per permettere di aumentare la reattività agli stimoli visivi ambientali.

L’espansione della pupilla accade anche, in misura minore, quando si è sorpresi o quando si prova ansia.

Una nota interessante: è stato rilevato che la pupilla umana si dilata progressivamente in presenza di processi mentali tesi a risolvere un problema, fino a raggiungere la massima apertura quando si arriva alla soluzione del problema.

 

Dott. Francesco Di Fant, esperto di C.N.V.

 

http://www.leggeweb.it/psyche-et-ius/le-emozioni-segrete-delle-pupille-6511.html

 

IL LINGUAGGIO SEGRETO DELLE PUPILLE – “Chiamate Paperoga!” 4 luglio 2012 (ELLE RADIO)

Collegamento telefonico come esperto di Linguaggio del Corpo nella trasmissione “Chiamate Paperoga!” condotta da Paolo Di Censo e Valeria Biotti su ELLE RADIO FM 88.100 (www.elleradio.it) – Oggi si parla della dilatazione e contrazione delle pupille e del loro significato nel linguaggio del corpo!



Buon ascolto! 🙂