LEGGEWEB – CNV. Training per professionisti del dott. Francesco Di Fant

 

“Gli uomini credono di più ai loro occhi che alle loro orecchie”

 

«Gli uomini credono di più ai loro occhi che alle loro orecchie» affermava Seneca.

In effetti, ancor prima della parola, l’essere umano ha codificato nei suoi geni un linguaggio ancestrale, che si esprime con la gestualità e le espressioni.

Nel corso dei secoli e con il progredire della civilizzazione, l’abilità umana di leggere i segni del corpo è servita sempre meno ed è andata progressivamente perdendosi, fino a essere dimenticata, quanto meno a livello conscio.

Tuttavia, noi continuiamo a comunicare con il corpo oltre che con le parole; ogni nostro gesto, movimento, volontario o meno, parla di noi e per noi, parla delle nostre emozioni, dei nostri pensieri, delle nostre paure e speranze.

Il linguaggio del corpo è la più antica forma di comunicazione sociale, una risorsa per l’uomo così come lo sono la parola, l’acqua o la luce del sole.

Non possiamo negare la potenza comunicativa che il nostro corpo ha in sé e riscoprire questa potenzialità è un modo anche per riscoprire se stessi.

La Comunicazione Non Verbale (CNV) include, quindi, tutti quei segni che formano un messaggio senza l’ausilio delle parole; anzi, a volte, in contraddizione con esse, perché se le parole possono mentire, il linguaggio del corpo no.

 

    • preparare il teste all’udienza in maniera efficace
    • ottenere la fiducia del cliente anche nei momenti più difficili
    • chiedere la parcella in modo efficace
    • riconoscere le menzogne e i loro indizi
    • ottimizzare la gestione del proprio corpo come strumento attivo di comunicazione
    • saper motivare, coinvolgere e persuadere gli altri
I punti sopra elencati sono alcuni degli obiettivi raggiungibili attraverso il training (praticabile anche in inglese e spagnolo) proposto dal Dr. Francesco di Fant, consulente e formatore di Comunicazione Non Verbale (CNV) presso grandi aziende nazionali e internazionali.

e-mail: info@francescodifant.it

 

Dott. Francesco Di Fant, esperto di C.N.V.

 

http://www.leggeweb.it/psyche-et-ius/gli-uomini-credono-di-piu-ai-loro-occhi-che-alle-loro-orecchie-3384.html

 

DOTT. FRANCESCO DI FANT – “ICONE, CORPI CHE PARLANO” (RAI 5 – clip stagione 1)

Alla scoperta dei grandi personaggi del nostro immaginario collettivo attraverso la lettura del linguaggio del corpo. Psicologi, semiologi, sociologi, studieranno le immagini relative ai protagonisti e ci guideranno nell’interpretazione dell’ascesa, la crisi, la magnificazione o la caduta dei miti contemporanei. Tra gli specialisti anche il dott. Francesco Di Fant, esperto di linguaggio del corpo – RAI 5 (clip stagione 1)




Buona visione a tutti! 🙂

DOTT. FRANCESCO DI FANT – “ICONE, CORPI CHE PARLANO” (RAI 5 – clip puntate 1-5)

lla scoperta dei grandi personaggi del nostro immaginario collettivo attraverso la lettura del linguaggio del corpo. Psicologi, semiologi, sociologi, studieranno le immagini relative ai protagonisti e ci guideranno nell’interpretazione dell’ascesa, la crisi, la magnificazione o la caduta dei miti contemporanei. Tra gli specialisti anche il dott. Francesco Di Fant, esperto di linguaggio del corpo. RAI 5 – clip puntate 1-5



Buona visione a tutti! 🙂

Comunicazione Non Verbale: “intervista al dott. Francesco Di Fant dalla pupa e il secchione” ;-)

 

Comunicazione Non Verbale: “intervista al dott. Francesco Di Fant dalla pupa e il secchione” 😉

di Gennaro Romagnoli (http://www.psicologianeurolinguistica.net)

 

Ciao, devi diventare psicologo per essere esperto di comunicazione non verbale? la risposta è NO… come ci racconta Francesco Di Fant… appunto… esperto di “comunicazione” che è stato ospite del programma “La pupa e il secchione 2” in questa intervista. Visto il successo della scorsa audio newsletter, dove ho intervistato Francesco Tesei, questa settimana è toccato ad un suo omonimo… il dottor di Fant che ci racconta come “si diventa esperti di linguaggio non verbale argomento che ci piace molto” 😉

L’hai ascoltato? spero tu sia riuscito a sentirlo per bene perché… mea culpa… abbiamo avuto diversi problemi di audio (vorrei anche essere un esperto di computer ma come vedi sono poco più che uno psico-blogger;-)).
Nonostante tutto l’intervista o anzi… l’intervistato ci ha dato delle interessanti chicche su come migliorare il nostro modo di osservare le persone ed il loro comportamento.

Vediamo insieme i “punti caldi” dell’intervista:

1) Psicologo?: una delle confusioni che si fa quando si approccia lo studio del linguaggio non verbale è pensare che solo gli psicologi possano esserne “esperti”. Ma come avrai capito Francesco è laureato in “scienze della comunicazione”… ma non è tanto il titolo ad avergli dato le competenze per apprendere quello che sa… ma la sua passione.

2) La passione: Francesco è un formatore che ha per anni lavorato con le aziende e con agenzie di consulenza.
E già questo potrebbe qualificarlo per parlare bene del mondo della comunicazione… ma non basta perché il dott. Di Fant studia da anni il linguaggio non verbale e lo fa… praticamente… da autodidatta e questo ha un solo significato… la passione. Quando c’è la passione la gente si mette a studiare e… spesso… diventa più esperto di un “esperto qualificato”.

3) La pupa e il secchione: Francesco non ha chiesto di essere inserito nella trasmissione ma gli è stato chiesto.
Proprio come era successo a me con “Festa Italiana”… l’esperto di turno è stato chiamato a fare qualcosa ma sempre in modo limitato… cioè limitato dalle diverse barriere scenografiche della televisione. Infatti quello che conta non è dire le cose come stanno ma dire le cose che possano alzare l’interesse delle persone. Francesco ci spiega anche che non ha potuto studiare la prossemica perché gli chiedevano di analizzare le “pupe” solo da un punto di vista personale… e come sanno gli esperti di questo settore la prossemica non è di certo un elemento trascurabile 😉

4) La PNL: anche a Francesco… come a Tesei ho chiesto che cosa ne pensa “sinceramente” della PNL… e ancora una volta mi sono trovato in ultra sintonia (sarà che i simili si attraggono? bha;)). Francesco ne parla in modo molto sobrio mettendo subito i paletti fra una PNL che si affida al lato tecnico e quella di terza generazione che pare essersi persa nell’iperuranio 😉 cioè quella new age.
Poi ci parla di VAK, che non è una parolaccia ma un acronimo che significa Visivo, Auditivo e Kinestesico.
Oltretutto non poteva non parlare dei famossissimi segnali di accesso… cioè quei segnali verbali e non verbali che ci indicano come “pensiamo”.

5) Il CNV quotidiano: Tenersi in allenamento è la chiave, la solita vecchia pratica, l’esercizio… ma ancora meglio è avere una reale e bruciante curiosità. Infatti Francesco ci racconta che “non riesco neanche a leggere un libro” perché quando si viaggia sui mezzi pubblici è un vero spasso perdersi nella osservazione. Per cui i suoi consigli per il quotidiano sono: a) sii curioso… b) allenati… c) studia. Vuoi dei “super poteri”? Allora dovrai allenarti 😉

6) Ossessione: quando si imparano certe cose, vedi ad esempio come creare il rapport, si rischia di “impazzire”.
Se conosci queste tecniche sai di cosa sto parlando ;-))) avverto sempre i partecipanti ai miei corsi a stare molto attenti durante il primo periodo di apprendimento e a sviluppare un certo “pulsante interno” che gli permetta di “accedere e spegnere” a piacimento quelle loro nuove abilità. Se nella vita fai il giardiniere, di certo ogni volta che vedi delle piante avrai un occhio particolare… ma di certo, impazziresti se per ogni giardino e pianta che trovi ti fermassi mezz’ora ad analizzarla 😉

7) Libri e contatti: Francesco ci consiglia due libri il primo è per i neofiti “I segnali del corpo” … e per i più esperti consiglia l’ultimo libro di Ekman “te lo leggo in faccia”. Infine ci lascia con il suo contatto di facebook che puoi trovare cliccando qui oppure editando sul motore di ricerca di facebook “dottor Francesco Di Fant”.

Francesco è stato davvero molto gentile e disponibile (proprio come il grande Tesei e ti avviso che se non fosse stato così non l’averi neanche detto 😉 Sono certo che se ami l’argomento avrai apprezzato l’intervista… anche se sei già un esperto di comunicazione non verbale, ti avrà di certo motivato e avrà aggiunto un po’ di combustibile alla tua curiosità. Se invece sei un neofita non solo ti sentirai motivato ma avrai anche ricevuto delle informazioni interessanti.

 

http://www.psicologianeurolinguistica.net/2010/10/comunicazione-non-verbale-intervista-al.html

 

LA PUPA E IL SECCHIONE: IL RITORNO – maggio 2010

Ecco a voi la mia prima apparizione televisiva, “LA PUPA E IL SECHIONE: IL RITORNO” con Enrico Papi e Paola Barale – maggio 2010



LINK:

http://gossip.fanpage.it/la-pupa-e-il-secchione-pasqualina-sanna-non-e-una-vera-pupa-il-video/

http://www.metacafe.com/watch/4601885/cloud/

 

Articolo “LA STAMPA”: La Pupa e il Secchione 2010 (5 maggio 2010)

 

“Pupa e secchione”, arriva Marysthell e si scatena la gelosia delle ragazze

La 27enne dominicana, insieme al secchione Cervaro, sarà la nuova coppia del reality

Il quarto appuntamento de “La Pupa e il secchione” respira aria di Sud America: la quarta puntata in onda questa sera (ore 21,30 su Italia 1) vedrà l’ingresso della nuova coppia Marysthell-Cervaro. Secondo le indiscrezioni della rete la “pupa” in questione sarebbe Marysthell Garcìa, 27enne dominicana, che ha già calcato le scene televisive come “meteorina” per Emilio Fede, ad “Artù” con Gene Gnocchi e nei programmi “Colorado Café” e “Bulldozer”. Sul suo livello culturale non si sa molto, ma a conferma della sua bellezza fisica, misure 82-61-89, parla il titolo di “Roberta girl of the year” vinto nel 2007 che ha dato notorietà al suo “lato b”. Del suo secchione, Francesco Cervaro, per ora si sa solo che è un genio incompreso e, tanto per cambiare, non è stato mai baciato.
Dunque per una secchiona straniera che lascia, la scorsa puntata era stata eliminata la romena Flo, arriva una ragazza dominicana: staremo a vedere se Pasqualina avrà anche questa volta qualcosa da ridire in favore delle “pupe nostrane”.

Volano schiaffoni
Non è bastata una gita alle terme per placare le tensioni nella Villa di Tivoli. Protagonisti di una lite piuttosto accesa, in Confessionale, sono Elena e de Giovanni, in nomination insieme a Francesca-Cavazzoni. La ragazza, infatti, ha dato due schiaffi al suo secchione, “reo” di averla chiamata “cretina” e di averle dato dell’immatura, perché si è dimostrata troppo cattiva nei confronti di Pasqualina (oggetto delle attenzioni del suo secchione) e di Monica (le due ragazze hanno litigato pesantemente per il ruolo da protagonista di Grease, il musical che metteranno in scena durante la puntata di questa sera).

Lo scambio di coppie
Per provare ad alleviare le tensioni, i ragazzi hanno proposto uno “scambio di coppie”, anche se solo per una notte. Gli autori hanno accordato la scelta ai Secchioni, ma non tutti i concorrenti occhialuti sono rimasti soddisfatti. Il più sfortunato è stato sicuramente Bianco, che avrebbe voluto cogliere quest’occasione per passare un po’ di tempo con la sua pupa preferita, Francesca. L’ex playmate, però, gli è stata “rubata” da Corteggi, che non riesce ancora a trovare punti di incontro con la sua Ludovica. Le altre pupe hanno criticato l'”Uomo Lupo” per aver tradito l’amico, ma lui si ha giustificato la sua scelta spiegando che nella vita ha sempre pensato prima agli altri e che, questa volta, invece, ha voluto pensare a sé stesso, scegliendo la dolcezza di Francesca. La ragazza, non a caso, per la terza settimana consecutiva, è “la più amata” dai Secchioni, anche perché non fa mancare le sue attenzioni a nessuno di loro.

Il preferito delle Pupe resta sempre Garagozzo che, nello “scambio di coppie”, riesce a far ingelosire la sua Monica, la bionda cubista, scegliendo un’altra bionda, la supermaggiorata Cipriani. Garagozzo aiuta l’ex gieffina anche mentre si asciuga i capelli e la risposta di Monica non si fa attendere: riempie di baci Cavazzoni che di certo non li rifiuta.

Pasualina nuova Geisha
Scambio di ruoli, infine, tra Pasqualina e Tassinari. Dopo averlo trattato come suo “servo” per due settimane, la napoletana, questa settimana, si è trasformata nella sua Geisha. Gli spalma la crema, gli fa la barba, si inginocchia davanti a lui per chiedergli scusa, gli fa un massaggio ai piedi e, soprattutto, gli concede di dormire abbracciati nel letto singolo. Atteggiamento questo che potrebbe tornarle utile in puntata visto che questa sera la giuria comunicherà di averle imposto una ‘severa’ sanzione per alcuni suoi comportamenti ritenuti scorretti.

Le Pupe ci fanno o ci sono? L’esperto risponde
Ancora una volta le Pupe si troveranno alle prese con la prova dello “zucca quiz”, test che ha creato clamore tra i telespettatori che sospettano che le belle concorrenti, non siano realmente così “zucche”, ma “recitino” una parte. Per scoprire se, e chi delle pupe mente, presenzierà la prova il Prof Francesco Di Fant, esperto di “linguaggio del corpo” che, in diretta, chiarirà ogni dubbio.

 

http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/spettacoli/201005articoli/54794girata.asp