Naso e prurito nel Linguaggio del Corpo – Copia Originale

 

L’osservazione della zona del naso può rivelare numerosi indizi nella Comunicazione Non Verbale, il naso è un organo complesso, molto sensibile e possiede numerose innervazioni, in particolare la cavità interna, la quale è innervata da rami di diversi nervi.

Il naso è un vero prodigio della natura per la ricezione di stimoli chimici e ambientali di varia natura; basti pensare al naso di molte specie animali che si rivela essere uno strumento ancora più complicato e sensibile, con caratteristiche fisiche incredibili; un esempio sopra tutti è l’olfatto del cane, spesso utilizzato dall’uomo come valido aiuto in diverse circostanze.

Il naso può prudere o pizzicare in diverse occasioni: ad esempio in presenza di una forte emozione come la commozione, questo avviene sempre prima dell’inizio del pianto; anche le persone che generalmente non esternano molto i propri sentimenti quando avvertono l’arrivo di un’emozione si grattano prontamente il naso, gesto volto, in questo caso, a fermare il moto emotivo sul nascere, prima che diventi coinvolgente a tal punto da propagarsi a nervi e muscoli facciali e tramutarsi in un’espressione del viso o anche di più.

A volte il naso può pizzicare anche se si dice una bugia; infatti durante una menzogna dal cervello possono partire dei segnali che fanno pizzicare il naso per il rilascio di sostanze chiamata catecolamine. Inoltre, massaggiarsi il naso, magari chiudendo gli occhi, è utile per ridurre la stanchezza e concentrare le energie mentali.

 

Francesco Di Fant

 

Naso e prurito nel Linguaggio del Corpo

 

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: